Cellule staminali: il progresso scientifico

Grazie allo studio riguardante le cellule staminali è possibile, già oggi, curare delle malattie che fino a pochi anni fa risultavano mortali o estremamente difficili da curare.

Le cellule staminali, vera e propria risorsa dell’organismo, sono in grado di adattarsi a qualsiasi tipo di situazione. Le cellule staminali si dividono in due grandi gruppi: le cellule staminali embrionali e le cellule staminali adulte.
Nel nostro corpo sono presenti solo quelle adulte che si trovano nel midollo, del cervello, e più precisamente nell’ippocampo, e nella pelle. Queste cellule staminali adulte hanno una funzione che riguarda la riparazione e rigenerazione dei tessuti, come per esempio quelle del midollo che si occupano della rigenerazione delle cellule del sangue.

Le cellule staminali embrionali, invece, si trovano nello stato embrionale e risultano essere cellule che ancora non si sono specializzate, ossia, che ancora non hanno una funzione specifica. Queste cellule risultano particolarmente interessanti dal punto di vista scientifico perché la scienza oggi è in grado di poter dare le ” indicazioni ” alle cellule staminali embrionali per farle diventare adulte. Sembra qualcosa di fantascientifico ma gli esperimenti scientifici a riguardo hanno compiuto particolari progressi, nonostante i dibattiti morali che si sono susseguiti e si susseguono quando si tratta quest’argomento.


Comments

comments